3 giornalisti greci liberati dopo la denuncia del ministro

3 giornalisti greci liberati dopo la denuncia del ministro

 Tre giornalisti sono stati rilasciati dalla custodia domenica a seguito di una denuncia contro di loro da parte del ministro della Difesa greco.

L'editore, redattore capo e redattore politico del quotidiano "Fileleftheros" (liberale) si era volontariamente convertito sabato dopo che il ministro della difesa Panos Kammenos aveva dichiarato che un articolo sull'edizione del venerdì del giornale lo aveva diffamato.

L'articolo sosteneva una cattiva gestione dei fondi dell'Unione Europea che era stata fornita per migliorare le condizioni di vita di migliaia di migranti e ha detto che Kammenos era collegato ad alcuni uomini d'affari che avevano ricevuto finanziamenti. Il rapporto afferma che i migranti nei centri di detenzione hanno beneficiato poco, ma che le imprese a cui sono stati assegnati progetti, che vanno dalla ristorazione all'impianto idraulico, spesso senza gare d'appalto, abitualmente sovraccarico per i loro servizi.

"Non solo manteniamo il nostro rapporto, ma continueremo ad estenderlo", ha detto l'Associated Press, l'editore capo della carta, Panayiotis Lampsias. "Altri documenti stanno raccogliendo, l'indagine, pure."

"È una battaglia per la libera espressione", ha detto ai giornalisti l'editore Fileleftheros Thanassis Mavridis dopo la loro uscita. "Siamo riusciti a dormire la notte scorsa, volevo chiedere ai signori Kammenos, (il primo ministro Alexis) Tsipras e (il ministro dei media Nikos) Pappas, come hanno dormito bene la scorsa notte, questa è una domanda che li perseguiterà per anni".

I partiti di opposizione hanno attaccato il governo per un secondo giorno consecutivo per quello che hanno definito un tentativo di mettere a tacere le critiche da parte dei media.

"Due settimane fa, la polizia stava inseguendo la nostra portavoce nei nostri uffici, per arrestarla per diffamazione, ora hanno arrestato i giornalisti perché hanno osato criticare il governo: è così che il 'primo governo di sinistra' concepisce la democrazia e la libertà di stampa ", ha detto il parlamentare conservatore Costas Karagounis del partito New Democracy.

Secondo la legge greca, la diffamazione è considerata un crimine "flagrante", il che significa che un reclamo contro una persona può comportare la detenzione immediata di quella persona. Alcuni studiosi di diritto greco hanno affermato che questo è incostituzionale.

Il pubblico ministero ha deciso domenica di indagare se il ministro fosse stato diffamato. Avrebbe potuto rilasciare i tre giornalisti in attesa di una data di prova o addirittura prolungare la loro detenzione. Ma ha deciso di non incorrere in accuse immediate.

La decisione del pubblico ministero è considerata almeno una battuta d'arresto temporanea per Kammenos, il leader del partito populista di destra Independent Greci, che è stato rapido a minacciare i critici dei media con azioni legali. I commentatori hanno sottolineato l'ironia che lo stesso Kammenos è incline a scrivere tweets esplosivi con insinuazioni e accuse che lo metterebbero in violazione della legge sulla diffamazione se non fosse coperto dall'immunità parlamentare.
3 giornalisti greci liberati dopo la denuncia del ministro 3 giornalisti greci liberati dopo la denuncia del ministro 1:56 PM Rating: 5
Powered by Blogger.