Si sta svolgendo la votazione per il referendum in Macedonia

Si sta svolgendo la votazione per il referendum in Macedonia

 In Macedonia, continua il voto con il quale i cittadini del paese pronunceranno il referendum sulla questione del cambio di nome che è un prerequisito per l'adesione alla NATO e l'apertura dei negoziati con l'Unione europea (UE).

In questo referendum, la cui domanda è "Sei per la NATO e l'UE che accetta l'accordo tra Macedonia e Grecia", un totale di 1.806.336 elettori idonei possono esercitare il diritto di voto nei seggi elettorali che sarà aperto dalle 07:00 alle 19:00 di sera.

La Commissione elettorale statale ha rilasciato l'accreditamento a circa 10.000 osservatori macedoni e circa 500 osservatori stranieri che seguiranno il processo di votazione del referendum.

La campagna ufficiale del referendum è iniziata il 10 settembre e si è conclusa venerdì, rispettivamente fino al silenzio delle 48 ore prima del referendum.

L'alleanza di governo socialdemocratico di Macedonia (SDSM), ha portato la coalizione "Insieme per europea Macedonia" di coalizione composto da 30 partiti politici e delle associazioni civili, che insieme chiedono dai cittadini un risultato positivo per il referendum e per il futuro euroatlantico della Macedonia.

D'altra parte, l'opposizione macedone VMRO-DPMNE, ha invitato i cittadini a prendere una decisione in questo referendum e votare secondo la loro convinzione.

Oltre alla campagna "per" e "contro" la campagna include associazioni civili, che ha ritenuto che il referendum dovrebbe essere boicottato, tra cui il cosiddetto "quartier generale crisi", è stato composto da diverse associazioni civili e si sonno presentati con il slogan "Macedonia - boicottaggi".

Nel frattempo, il presidente macedone Gjorge Ivanov, ha detto che non voterà al referendum, perché, come ha detto, "ha ricevuto due volte la fiducia dei cittadini per non consentire modifiche alla Costituzione, finalizzate a cambiare il nome costituzionale".

Alla vigilia del referendum, la Macedonia è stata visitata da diplomatici e rappresentanti stranieri, tra i quali il Segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti James Mattis, l'alto rappresentante dell'UE, Federica Mogherini, Cancelliere Il tedesco, Angela Merkel, l'austriaco, Sebastian Kurz e altri funzionari stranieri che hanno fatto appello ai cittadini macedoni per andare al referendum e votare per un futuro migliore del loro paese.

Ricordiamo che il referendum di oggi è il terzo a livello statale nei 27 anni di indipendenza della Macedonia, in seguito all'accordo di giugno tra Macedonia e Grecia, che prevede il cambio del nome dello stato nella Repubblica del Nord della Macedonia e che rappresenta la condizione principale per l'adesione alla NATO e l'apertura dei negoziati con l'UE.

Il primo referendum fu nel 1991, con conseguente indipendenza della Macedonia dalla Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia, mentre il secondo era nel 2004 per informare i cittadini sulla legge sulla divisione territoriale del paese. Anche se la maggior parte ha votato contro la divisione territoriale, il referendum non ha avuto successo perché l'affluenza che legalmente dovrebbe superare il 50% era solo del 26,58%.

Secondo i dati della commissione elettorale statale, entro le 13:00, il 16% degli elettori o 260.000 elettori hanno esercitato il diritto di voto.
Si sta svolgendo la votazione per il referendum in Macedonia Si sta svolgendo la votazione per il referendum in Macedonia 6:17 AM Rating: 5
Powered by Blogger.