Il figlio delle spie russe si sente 'sollevato' per essere canadese

 Alexander Vavilov afferma di "sentirsi canadese"
 Il figlio delle spie russe ha parlato del suo sollievo dopo che un tribunale ha deciso di lasciargli mantenere la cittadinanza canadese.

Alexander Vavilov è stato revocato la cittadinanza dopo che i suoi genitori, che lavoravano per il servizio di intelligence straniero russo, erano stati arrestati nel 2010.

Era nato in Canada e fino al loro arresto credeva che anche i suoi genitori fossero canadesi.

È la prima volta che parla da quando la Corte suprema canadese ha stabilito che la sua cittadinanza era valida.

"Sono quello che sono - qualunque cosa tu impari sulla tua eredità, non penso che ti definisca come una persona", ha dichiarato  venerdì Vavilov ai media a Toronto.

Ha detto che la vittoria della corte è stata il riconoscimento che non solo si sente come un canadese, ma è uno agli occhi della legge.

Chi è lui?

Vavilov è nato Alexander Foley a Toronto il 3 giugno 1994 da Tracey Lee Ann Foley e Donald Howard Heathfield - o almeno così pensava.

I loro veri nomi erano Elena Vavilova e Andrey Bezrukov e si erano trasferiti in Canada usando false identità, al fine di stabilire una "copertura profonda" che avrebbe permesso loro di viaggiare per il mondo e spiare per il KGB russo.

In Canada, sembravano una giovane famiglia normale e felice. Timothy, il fratello maggiore di Vavilov, è nato appena quattro anni prima, sempre a Toronto.

Quando aveva due anni, la famiglia si trasferì in Francia e poi negli Stati Uniti, stabilendosi vicino a Boston.

La spia russa Elena Vavilova ha usato il nome Tracey Ann Foley; Andrey Bezrukov si chiamava Donald Heathfield
È lì che sono stati catturati dall'FBI nel 2010, quando Vavilov aveva 16 anni.

Si dichiararono colpevoli e furono deportati in Russia in uno scambio di spie in cambio di quattro russi che erano stati incarcerati da Mosca per aver fornito informazioni all'Occidente.

La storia della famiglia ha ispirato lo show televisivo americano The Americans, che parla di due spie russe sotto copertura che vivono e fondano una famiglia negli Stati Uniti.

Vavilov ha dichiarato di aver visto la serie, così come i suoi genitori che ora vivono in Russia.

"Da un lato puoi relazionarti con alcune cose, dall'altro è Hollywood", ha detto.

È riuscito a curare la relazione con i suoi genitori negli anni da quando il loro segreto è stato rivelato e la sua vita è stata capovolta.

I suoi genitori erano motivati ​​dal patriottismo, ha detto.

"Anche se ho sofferto per tutto questo, capisco perché hanno fatto quello che hanno fatto."

Lotta legale

Poco dopo che i suoi genitori furono arrestati negli Stati Uniti, il passaporto di Vavilov non fu rinnovato e la sua cittadinanza fu revocata nel 2014 da un funzionario che lavorava per l'immigrazione canadese.

Il governo ha affermato che, dal momento che i suoi genitori lavoravano per un governo straniero al momento della sua nascita, essere nati in terra canadese non era abbastanza per garantirgli la cittadinanza.

Iniziò così la lunga lotta di Vavilov per ripristinare la sua cittadinanza.

In genere, essere nato in Canada garantisce una cittadinanza automatica per bambini. Ma ci sono eccezioni per i figli dei diplomatici. Il governo ha affermato che l'eccezione dovrebbe applicarsi a lui - la squadra legale di Vavilov non è d'accordo.

Giovedì la Corte suprema ha stabilito che, poiché ai suoi genitori non è stato concesso lo status diplomatico, la sua cittadinanza è valida.

Quello che viene dopo

Da quando ha perso la cittadinanza canadese, Vavilov ha affermato di aver frequentato l'università in Europa e di aver lavorato in Medio Oriente e in Asia.

Ma ha detto che a volte ha avuto difficoltà a trovare lavoro a causa della sua storia di vita.

"Non credo che le persone mi sfidino personalmente", ha detto. "Ma penso che le persone non vogliono essere legate all'associazione."

Alla domanda sui suoi pensieri sulla Russia e sulla sua leadership, Vavilov, che ora detiene anche la cittadinanza russa, ha rifiutato di commentare.

Ha detto ai media che vuole un futuro in Canada, ma i suoi prossimi passi dipenderanno dalle sue prospettive: tornerà indietro per una buona opportunità di lavoro.

La decisione del tribunale di giovedì significa che anche il fratello maggiore Timothy manterrà la sua cittadinanza canadese, sebbene Vavilov non fosse a conoscenza dei suoi piani futuri.

I fratelli Vavilov hanno sempre sostenuto di essere completamente al buio riguardo alle attività di spionaggio dei loro genitori.

Vari resoconti dei media hanno citato funzionari statunitensi senza nome suggerendo che i genitori di Timothy Vavilov gli avevano rivelato la loro identità e volevano che seguisse le loro orme.

Venerdì il giovane Vavilov ha respinto quei rapporti, dicendo che erano falsi.
Il figlio delle spie russe si sente 'sollevato' per essere canadese Il figlio delle spie russe si sente 'sollevato' per essere canadese 02:45 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.