Gli americani affermano che il coronavirus non è stato creato in un laboratorio cinese

Gli americani affermano che il coronavirus non è stato creato in un laboratorio cinese
 
 Le agenzie di intelligence statunitensi stanno confutando almeno una teoria sull'origine del coronavirus, affermando che le prove suggeriscono che il virus non è stato creato in un laboratorio cinese.

Ma i funzionari dicono che stanno ancora esaminando se l'esplosione, iniziata in Cina, sia stata causata dal contatto umano con gli animali o se si sia diffusa a seguito di un incidente scientifico.

La comunità dell'intelligence americana "concorda con l'ampio consenso scientifico sul fatto che il virus COVID-19 non è prodotto dall'uomo, né è geneticamente modificato", ha detto l'ufficio del direttore dell'intelligence nazionale in una dichiarazione pubblica giovedì. 

"Come facciamo in tutte le crisi, gli esperti della comunità dell'intelligence agiscono aumentando in modo significativo le risorse ed estraendo dati di importanza critica su questioni vitali per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti", afferma la dichiarazione.

"La comunità dell'intelligence continuerà a esaminare le informazioni e i dati sviluppati per determinare se l'esplosione è iniziata attraverso il contatto con animali infetti o se è stato il risultato di un incidente in un laboratorio di Wuhan", ha detto.

La Casa Bianca ha chiesto un'indagine più approfondita sull'origine di COVID-19. Il presidente Donald Trump ha ripetutamente messo in dubbio le dichiarazioni rilasciate dalla Cina e dall'Organizzazione mondiale della sanità.

Mercoledì scorso, il presidente Trump ha detto ai giornalisti di aver visto alcuni dei risultati delle indagini della comunità dell'intelligence.

"L'indagine sta arrivando e mi stanno portando parti di esso. Non siamo affatto soddisfatti. Finora siamo i maggiori contribuenti all'OMS, alla salute mondiale e non ci hanno detto la verità", ha detto.

"In questo momento, stanno parlando con un portavoce cinese. Ecco come lo vedo", ha aggiunto Trump.

Anche il segretario di Stato Mike Pompeo ha messo in dubbio la trasparenza della Cina, suggerendo che Pechino potrebbe continuare a mettere in pericolo il mondo.

"Non sappiamo esattamente da dove provenga il virus. Ci sono molti laboratori che funzionano ancora", ha detto. "Non sappiamo se stanno agendo ai giusti livelli di sicurezza per impedire che ciò accada di nuovo."

Voci che il virus COVID-19 si è sviluppato in un laboratorio cinese o che sono fuggite da un laboratorio sono in corso da settimane. Così come altre teorie, molte delle quali sono state screditate come pettegolezzi o come parte di campagne di disinformazione.

Ma la dichiarazione di giovedì dell'Ufficio del direttore dell'intelligence nazionale mostra apparentemente che i funzionari dell'intelligence degli Stati Uniti sono arrivati ​​a comprendere meglio le origini delle pandemie.

Due settimane fa, un funzionario dell'intelligence degli Stati Uniti ha dichiarato al VOA che le agenzie stavano "attivamente e vigorosamente perseguendo qualsiasi informazione", ma la "comunità dell'intelligence" non aveva raggiunto un'opinione unica su una particolare teoria.".
Gli americani affermano che il coronavirus non è stato creato in un laboratorio cinese Gli americani affermano che il coronavirus non è stato creato in un laboratorio cinese 13:53 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.