La Turchia imprigiona 5 giornalisti per "aver rivelato segreti di stato"

La Turchia imprigiona 5 giornalisti per "aver rivelato segreti di stato"

 Un tribunale di Istanbul ha condannato oggi cinque giornalisti al carcere con l'accusa di "rivelazione di segreti di Stato", ma sono stati rilasciati in attesa di appello.

Cinque giornalisti di OdaTV, oltre a un sesto collega rilasciato, sono stati accusati di aver rivelato segreti di stato e di aver rivelato l'identità di un agente dei servizi segreti.

Il caso è iniziato quando OdaTV ha pubblicato un articolo all'inizio di marzo sul funerale discreto di un agente dell'intelligence turca (MIT) che, secondo i media, è stato ucciso in Libia, dove Ankara sostiene militarmente il governo di Tripoli contro le forze Marshall Khalifa Haftar.

Nel suo articolo, OdaTV ha identificato il presunto agente per nome rivelando solo la prima lettera del cognome. Tre giornalisti sono stati condannati a tre anni e nove mesi di carcere ciascuno. Gli altri due hanno ricevuto quattro anni e quattro mesi di prigione ciascuno. Uno di loro, il redattore capo di OdaTV, è stato assolto.

Possono ricevere fino a 20 anni di carcere. I cinque si sono dichiarati non colpevoli durante il processo. La Turchia è al 154 ° posto su 180 paesi nell'indice sulla libertà di stampa di Reporter Senza Frontiere.
La Turchia imprigiona 5 giornalisti per "aver rivelato segreti di stato" La Turchia imprigiona 5 giornalisti per "aver rivelato segreti di stato" 14:34 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.