I 10 paesi che sacrificano il Natale e le festività e si chiudono nel periodo festivo

I 10 paesi che sacrificano il Natale e le festività e si chiudono nel periodo festivo

 Un certo numero di paesi ha scelto di ridurre drasticamente le celebrazioni di Natale e Capodanno di fronte all'aumento dei casi di COVID-19.

La tendenza è particolarmente evidente nell'Europa continentale, dove sono stati reintrodotti coprifuoco, blocchi e limiti agli incontri privati ​​e pubblici.

Ecco 9 paesi in cui il Natale 2020 e il Capodanno 2021 saranno come mai prima d'ora.

Germania

La Germania è entrata in una nuova chiusura natalizia mercoledì, con solo negozi di alimentari e servizi essenziali come distributori di benzina, farmacie e uffici postali autorizzati a rimanere aperti.

È vietato cantare canti natalizi e bere all'aperto, ma ai venditori di alberi di Natale è stato permesso di rimanere aperti.

Solo dalla vigilia di Natale al Santo Stefano, le famiglie possono essere visitate da altri quattro membri adulti della famiglia.

Sono state adottate precauzioni anche per la notte di Capodanno. Tutti gli incontri pubblici sono stati vietati, così come la vendita di fuochi d'artificio.

Il blocco è iniziato lo stesso giorno in cui la Germania ha segnalato 952 morti: un nuovo record giornaliero.


Regno Unito

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha annunciato sabato che il Natale è stato cancellato a Londra e in parti del sud-est e dell'est dell'Inghilterra. Entreranno in restrizioni di blocco "Tier 4", cinque giorni prima di Natale.

In base a queste nuove restrizioni più severe, ci si aspetta che le persone che vivono in queste aree rimangano a casa, a parte le esenzioni limitate stabilite dalla legge.

Nel frattempo, anche coloro che vivono nelle regioni "Tier 2" o "Tier 3" sono stati soggetti a una modifica delle regole. I cinque giorni proposti di "bolle di Natale" saranno ora sostituiti con una bolla di tre famiglie solo il giorno di Natale.

In tutta l'Inghilterra, si consiglia alle persone di non viaggiare. "Chiediamo a tutti i livelli di rimanere locali. Le persone dovrebbero considerare attentamente se hanno bisogno di viaggiare all'estero", ha detto Johnson.

Le nuove regole sono in risposta all'improvvisa comparsa di una variante a rapida diffusione del COVID-19, che attualmente si ritiene sia fino al 70% più trasmissibile rispetto al ceppo originale.

La notizia del nuovo ceppo ha già spinto altri paesi europei ad agire mentre il governo olandese ha annunciato domenica che avrebbe vietato tutti i voli dal Regno Unito, ha riferito Reuters.

L'annuncio di Johnson ha provocato ingorghi e treni ritardati sabato mentre migliaia di persone hanno cercato di fuggire da Londra prima che le nuove restrizioni entrassero in vigore.

Fonte: Reuters

Danimarca

Agricoltori e pescatori danesi manifestano contro una decisione del governo di abbattere i loro visoni il 21 novembre 2020.

Il primo ministro danese Mette Frederiksen ha annunciato mercoledì 16 dicembre una chiusura natalizia a livello nazionale.

Lo stesso giorno, le autorità sanitarie hanno segnalato un record di 3.692 casi giornalieri, un nuovo record.

Tutte le attività, ad eccezione dei negozi di generi alimentari e medicinali essenziali, devono chiudere tra il 25 dicembre e il 3 gennaio.

Fino a 10 persone possono riunirsi per le celebrazioni natalizie se si osserva l'allontanamento sociale. Le regole per la vigilia di Capodanno dovrebbero essere annunciate la settimana che inizia il 21 dicembre.

Fonte: DR

Polonia

Giovedì, la Polonia ha annunciato un blocco nazionale dal 28 dicembre al 17 gennaio.

È inoltre vietato viaggiare tra paesi o città a partire dalle 19:00. a capodanno fino alle 6 del mattino il giorno di Capodanno.

Le riunioni pubbliche di Capodanno sono state limitate a cinque persone. Sono vietate anche feste di matrimonio.

Gli scolari di età inferiore ai 16 anni non possono uscire di casa senza la supervisione di un adulto durante le vacanze scolastiche.


Paesi Bassi

Il 14 dicembre, i Paesi Bassi hanno ordinato la chiusura di tutti i negozi non essenziali e hanno detto a tutti di rimanere all'interno, se possibile, fino al 19 gennaio 2021.

In generale, le famiglie possono intrattenere solo due visitatori adulti che vivono altrove, ma la vigilia e il giorno di Natale possono visitarla tre persone.

Bar e ristoranti erano chiusi da settimane e rimarranno chiusi.

 "Non abbiamo a che fare con una semplice influenza", ha detto il primo ministro Mark Rutte. "Temo che dovremo ingoiare la pillola amara."

Fonte: Euronews, Sky News

Romania

La Romania ha esteso il blocco esistente fino al 15 gennaio.

Il coprifuoco giornaliero è in vigore dalle 23:00 alle 5 del mattino, che si applicherà anche alla vigilia di Natale e alla vigilia di Capodanno.

Le maschere per il viso sono obbligatorie all'interno e all'esterno nelle aree pubbliche. Le feste di Natale sono vietate nelle aree pubbliche e private sia all'interno che all'esterno.

Chiunque venga scoperto a violare le regole può essere multato fino a un massimo di $ 3.800.


Ungheria

L'intera Ungheria è stata sotto le 20:00 alle 5 del mattino il coprifuoco dal 10 novembre e le riunioni di famiglia sono limitate a 10 persone. Ciò include la vigilia di Natale e il giorno di Natale.

Il primo ministro Viktor Orban ha affermato che le regole si applicano anche a Capodanno e che tutte le feste sono vietate.

Fonte: sull'Ungheria

Repubblica Ceca

Alla vigilia di St. Nicholas, i cechi tradizionalmente celebrano vestendosi da diavoli, angeli e St. Nicholas, e visitando i bambini, distribuendo piccoli regali. Durante la crisi del coronavirus, la troupe del Circ La Putyka ha offerto una celebrazione drive-thru mentre gli spettatori percorrevano un percorso visitando il paradiso, l'inferno e St. Nicholas. A causa delle misure restrittive del governo, le consuete tradizioni di visite porta a porta sarebbero impossibili. Gli entusiasti ospiti hanno formato una lunga fila di auto alla base del Circ La Putyka a Praga.

La maggior parte delle attività non essenziali è stata chiusa il 18 dicembre e tutte le riunioni sono state limitate a sei persone.

Un coprifuoco a livello nazionale dalle 23:00 fino alle 5 del mattino è stato anche applicato.

"Il Natale di quest'anno sarà totalmente diverso, ma questo è il risultato della situazione in cui ci troviamo", ha detto Jan Blatný, ministro della sanità del Paese.

Fonte: Guardian

Italia

Anche se non ancora ufficialmente confermato, i giornali italiani hanno riferito il 18 dicembre che il governo dovrebbe annunciare un blocco nazionale attivo tra il 24 e il 27 dicembre e tra il 31 dicembre e il 3 gennaio.

"Per il periodo dalla vigilia di Natale all'Epifania, fino al 3 o al 6 gennaio, più restrizioni ci sono, meglio è", ha detto giovedì Francesco Boccia, ministro per gli Affari regionali.

Turchia

Essendo un paese a maggioranza musulmana, la Turchia non celebra molto il Natale, ma dalle 21:00 a capodanno fino alle 5 del mattino e il 4 gennaio 2021 l'intero paese sarà bloccato.

Tuttavia, si applica solo ai residenti ei turisti stranieri sono esenti dall'ordine e possono visitare la città a loro piacimento.

Fonte: indipendente, The New York Times.
I 10 paesi che sacrificano il Natale e le festività e si chiudono nel periodo festivo I 10 paesi che sacrificano il Natale e le festività e si chiudono nel periodo festivo 04:54 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.