Le associazioni italiane supportano l'Albania con finanziamenti e personale medico

Le associazioni italiane supportano l'Albania con finanziamenti e personale medico
 
 Le associazioni italiane "Consulcesi Onlus" e "Sanità di Frontiera" stanno già operando in Albania, contribuendo a gestire la difficile situazione dal terremoto del 26 novembre. Tutto è iniziato dalla piccola città di Thumana, che è l'area più colpita con 24 vite perse.

Il presidente della Consulcesi Onlus, Massimo Tortorella, annullò ogni ulteriore impegno e volò in Albania per coordinare gli aiuti insieme alla Sanità di Frontiera situata a terra a sostegno delle autorità locali.

Consulcesi è una società internazionale che ha sede a Tirana con oltre 400 dipendenti, alcuni dei quali sono stati danneggiati dal terremoto del 26 novembre. Tutte le sedi della Consulcesi hanno dimostrato la loro solidarietà in modo che i colleghi in Albania possano iniziare una vita normale il prima possibile. Tra le tante iniziative c'è quella di annullare la tradizionale vacanza di fine anno e le spese previste per aiutare le persone colpite dal sisma.

“Sono in costante comunicazione con le istituzioni albanesi. Ieri ho incontrato il primo ministro Edi Rama e i capi del personale di emergenza a Durazzo, dove ho espresso tutta la solidarietà e il sostegno per aiutare a normalizzare la situazione", ha dichiarato Massimo Tortorella. "I consulenti hanno anche messo a disposizione il proprio personale per il supporto logistico nelle aree colpite dal sisma e un numero verde - 800.122.777 da mettere a disposizione del popolo albanese con medici e fondi", ha affermato il presidente Tortorella.

Le associazioni italiane supportano l'Albania con finanziamenti e personale medico

L'organizzazione no profit che fa parte della società, Consulcesi Onlus, è stata mobilitata il primo giorno del terremoto. Nel giro di poche ore è stata creata l'unità mobile Sanità di Frontiera, un'associazione guidata dall'ex primo ministro italiano Massimo D'Alema e Gianni Letta, presidente dell'Advisory Board.

“Con l'unità mobile forniamo il primo soccorso nelle aree suburbane attraverso visite. Facilitiamo inoltre il collegamento dei pazienti con gli ospedali più vicini ", ha affermato a Thumana Francesco Aureli, presidente dell'associazione Sanità di Frontiera in Albania. “Per aiutare i senzatetto, abbiamo allestito una tenda per fornire il primo soccorso. Vediamo il nostro impegno a lungo termine poiché vogliamo fornire supporto psicologico alle persone che sono state maggiormente colpite dal terremoto", ha affermato Aureli.

Consulcesi Onlus e Sanità di Frontiera hanno anche lanciato una campagna di raccolta fondi per sostenere le attività pianificate in Albania. Hanno invitato tutti i cittadini italiani a solidarizzare con il popolo albanese.

Le associazioni italiane supportano l'Albania con finanziamenti e personale medico

"Sanità di Frontiera" è un'associazione che combatte le disuguaglianze, sostiene il benessere psicofisico, sostiene l'integrazione sociale dei gruppi emarginati in Italia e altrove in Europa, ed è specializzata in interventi che normalizzano le situazioni post-disastro, come nel caso. dell'Albania.

D'altra parte, "Consulcesi Onlus" fa parte del gruppo italiano "Consulcesi", la più grande realtà medica in Europa investita non solo con ingenti somme di denaro, ma anche con risorse umane per far fronte a situazioni di emergenza a sostegno delle comunità colpiti da catastrofi naturali o guerre.
Le associazioni italiane supportano l'Albania con finanziamenti e personale medico Le associazioni italiane supportano l'Albania con finanziamenti e personale medico 12:45 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.