L'uomo più anziano del mondo muore 13 giorni dopo essere stato inserito nel Guinness

L'uomo più anziano del mondo muore 13 giorni dopo essere stato inserito nel Guinness
 Chitetsu Watanabe
 L'uomo più anziano del mondo è morto all'età di 112 anni, appena 13 giorni dopo essere stato inserito nel Guinness, in una cerimonia in cui ha persino rivelato che il segreto per una vita sana e lunga era un sorriso permanente.

Chitetsu Watanabe, un contadino giapponese, morì in una casa di cura a Nigata, una città nel nord del Giappone dove nacque nel marzo del 1907.

Sebbene la causa della morte non sia stata ancora confermata, i parenti hanno affermato di non essere stato in grado di nutrirsi dal giorno in cui ha registrato il record, il 12 febbraio, e oltre alla febbre, ha avuto difficoltà a respirare.

L'uomo più anziano del mondo muore 13 giorni dopo essere stato inserito nel Guinness

Oltre ai suoi cinque figli, aveva anche 12 nipoti e 16 pronipoti. Aveva 4 anni meno della persona più anziana del mondo, anche quella una donna giapponese, Kane Tanaka, che aveva 117 anni.

Dopo la sua morte e Issaku Tomoe, 110 anni, che detiene il primato per l'uomo più anziano del mondo, anche lui giapponese.

L'uomo più anziano del mondo muore 13 giorni dopo essere stato inserito nel Guinness

Il record dell'uomo più anziano del mondo di tutti i tempi è stato stabilito da un altro giapponese, Jiroemon Kimura, nato nel 1897, morto all'età di 116 anni e 54 giorni a giugno 2013.
L'uomo più anziano del mondo muore 13 giorni dopo essere stato inserito nel Guinness L'uomo più anziano del mondo muore 13 giorni dopo essere stato inserito nel Guinness 11:36 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.