Alcune antenne 5G si bruciano in Inghilterra per paura di essere collegate al coronavirus

 Ingegneri che riparano antenne 5G in Inghilterra
 In seguito alla false notizie che la rete 5G è collegata alla crisi del coronavirus, molte antenne installate per la rete 5G sono state date alle fiamme in Gran Bretagna.

Il CEO di Vodafone Nick Jeffrey ha dichiarato domenica che i vandali hanno attaccato diverse antenne in tutto il paese e maltrattato per le strade gli ingegneri della compagnia.

"Questa è una questione di sicurezza nazionale", ha detto, aggiungendo che le teorie secondo cui la rete 5G era collegata a COVID-19 erano completamente infondate.

"È difficile credere come alcune persone vogliano danneggiare la rete che fornisce servizi alle istituzioni più necessarie al momento, come l'assistenza sanitaria, e che aiuta le persone a connettersi durante questo difficile periodo con divieti di circolazione", ha detto.

Jeffrey ha fatto la dichiarazione dopo che i pompieri britannici sono andati su diverse antenne in tutto il paese mentre le immagini delle fiamme si diffondevano online.

Alcune celebrità sono state criticate per aver diffuso notizie false che collegano la rete 5G al coronavirus, come l'attore americano Woody Harrelson e il pugile britannico Amir Khan.

Il direttore di Vodafone invita il pubblico a non diffondere false notizie sui social network, poiché sono infondati e possono causare gravi conseguenze.

Le compagnie di telefonia mobile britanniche hanno dichiarato in una dichiarazione congiunta che gli attacchi alle antenne hanno ostacolato il lavoro necessario sull'infrastruttura del paese, pur continuando a insistere sul fatto che non esistessero prove scientifiche che collegassero il 5G alle pandemie.
Alcune antenne 5G si bruciano in Inghilterra per paura di essere collegate al coronavirus Alcune antenne 5G si bruciano in Inghilterra per paura di essere collegate al coronavirus 05:51 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.