Germania, Svezia e Polonia deportano diplomatici russi

Germania, Svezia e Polonia deportano diplomatici russi
 La Russia ha annunciato l'espulsione dei diplomatici europei durante un incontro teso tra il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov (a destra) e il capo della politica estera dell'UE Josep Borrell (a sinistra) la scorsa settimana a Mosca.
 Germania, Svezia e Polonia hanno annunciato ciascuna che espelleranno un diplomatico russo in risposta a Mosca, che la scorsa settimana ha fatto lo stesso con i diplomatici dei tre Stati membri dell'UE, riporta REL in albanese.

Mosca ha espulso diplomatici europei per presunta partecipazione alle proteste dei sostenitori del critico del Cremlino Alexei Navalny. La Germania ha affermato che il personale dell'ambasciata tedesca a Mosca aveva agito sulla base dei diritti garantiti dalla Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche e che l'azione di Mosca contro i diplomatici europei "non era in alcun modo giustificata".

Lunedì il ministero tedesco degli Esteri ha annunciato che un diplomatico dell'ambasciata russa a Berlino era stato dichiarato non grato. I governi svedese e polacco hanno fatto annunci simili.

Il ministro svedese degli esteri ha scritto su Twitter che "l'ambasciatore russo è stato informato che un diplomatico è stato invitato a lasciare la Svezia".

"Questa è una risposta alla decisione inaccettabile di espellere un diplomatico svedese che stava svolgendo i suoi doveri", ha detto.

Mentre il ministero degli Esteri polacco ha dichiarato di aver deportato un impiegato del consolato russo nella città occidentale di Poznan.

"Il ministero degli Esteri ha preso la decisione secondo il principio di reciprocità e in coordinamento con Germania e Svezia", ​​ha detto la Polonia in una nota.

Il 5 febbraio la Russia ha annunciato l'espulsione dei diplomatici europei mentre il ministro degli Esteri europeo Josep Borrell era in visita a Mosca.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha definito l'UE un "partner insicuro".

Il 2 febbraio, Alexei Navalny è stato riconosciuto colpevole di aver violato una delle sue condanne sospese. Ha definito la decisione politicamente motivata. Navalny, 44 anni, è stato arrestato il 17 gennaio dopo essere tornato dalla Germania in Russia.

A Berlino è stato curato per avvelenamento da agenti nervini. Ha incolpato il presidente russo Vladimir Putin per l'avvelenamento mentre il Cremlino lo ha negato.

Più di 1.400 persone sono state arrestate dalla polizia a Mosca, San Pietroburgo e in altre città russe in seguito alla sentenza del tribunale del 2 febbraio. Le proteste pro-Navalny si sono svolte in molte città russe il 23 e 31 gennaio.

Queste sono state descritte come le più grandi proteste antigovernative in Russia nel corso degli anni. Mosca ha accusato gli Stati Uniti e altri paesi occidentali di ingerenza negli affari interni della Russia.
Germania, Svezia e Polonia deportano diplomatici russi Germania, Svezia e Polonia deportano diplomatici russi lunedì, febbraio 08, 2021 Rating: 5
Loading...

 


Powered by Blogger.
f