Il Mossad porta 10 milioni di maschere mediche contro il coronavirus in Israele

 
 Il servizio di intelligence israeliano Mossad ha acquistato 10 milioni di maschere di protezione medica più di una settimana fa per aiutare a curare il coronavirus sotto la guida del direttore Yossi Cohen, riferisce The Jerusalem Post.

A causa della delicatezza delle informazioni, The Jerusalem Post non ha potuto segnalare l'annuncio fino a lunedì, quando sono arrivati ​​in Israele, ma ha annunciato in un rapporto venerdì che i nuovi acquisti erano in arrivo.

Oltre ai 10 milioni di maschere mediche, il Mossad ha portato diverse dozzine di soffianti, decine di migliaia di kit di test, circa 25.000 maschere chirurgiche N95 progettate per proteggere coloro che le indossano da particelle e liquidi trasportati dall'aria e dovrebbe portare ancora più attrezzature per il paese. Cohen gestisce un centro di comando separato insieme ad altre unità di sicurezza nazionale e al Ministero della Salute.

Martedì scorso, il primo ministro Benjamin Netanyahu ha annunciato che Cohen stava prendendo in carico gli sforzi del paese per acquistare attrezzature mediche dall'estero.

Cohen è riuscito a portare 100.000 kit di test in Israele due settimane fa, con circa quattro milioni in arrivo.

Il Jerusalem Post ha appreso all'epoca che i kit erano presi da paesi con i quali Israele non ha relazioni diplomatiche. Un rapporto di Al Jazeera afferma che i paesi si trovavano nel Golfo Persico, il che potrebbe essere uno dei motivi per cui ha intervenuto Mossad.
Il Mossad porta 10 milioni di maschere mediche contro il coronavirus in Israele Il Mossad porta 10 milioni di maschere mediche contro il coronavirus in Israele 02:15 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.