Il virus pone un grande dilemma nel campo della psicologia morale

 
 La ricerca in psicologia morale divide la moralità umana in cinque componenti: cura, equità, lealtà, autorità e purezza. È quest'ultima componente, la purezza, che sta inducendo gli psicologi morali a indovinare il loro lavoro.

Perché? La teoria sostiene che alcune persone, più di altre, sono motivate da un istinto di purezza, o dall'evitamento di cose disgustose, cibi e azioni nel loro ambiente. È interessante notare che la ricerca ha scoperto che questo istinto di purezza segue le linee del partito: negli Stati Uniti i conservatori, ad esempio, sono più sensibili all'emozione del disgusto e al rischio rappresentato dai patogeni rispetto ai liberali.

Va tutto bene, cioè fino a quando non si immette COVID-19 nell'equazione. Secondo la teoria, i conservatori dovrebbero mostrare una maggiore paura di COVID-19 e, come tali, dovrebbero impegnarsi in comportamenti che riducono il rischio di infezione. I liberali, d'altra parte, dovrebbero mostrare un atteggiamento più lassista nei confronti di COVID-19 dato che sono generalmente meno preoccupati per i contaminanti ambientali.

Finora, tuttavia, i dati mostrano il contrario. Secondo un recente sondaggio di Pew Research, il 30% dei democratici ha riferito di "forte sofferenza COVID-19" rispetto al solo 17% dei repubblicani. Un recente sondaggio Gallup ha rilevato che l'85% dei democratici ha evitato luoghi pubblici, rispetto al 70% dei repubblicani. Inoltre, un'analisi intelligente dei dati geospaziali umani ha scoperto che i sostenitori di Trump hanno meno probabilità di aderire alle raccomandazioni del governo sul distanziamento sociale.

Perché potrebbe essere? Vi sono almeno quattro possibilità. Sono discussi di seguito.

1: Geografia

È possibile che i liberali manifestino più paura dal COVID-19 perché sono più numerosi dei conservatori nelle aree più colpite dalla pandemia (ad esempio, New York City, New Jersey, California, Washington e altre aree costiere). In tal caso, la teoria potrebbe essere recuperabile. Il test, ovviamente, sarà quello di vedere come cambiano le reazioni al COVID-19 mentre la malattia si sposta all'interno del paese.

2: Politica partigiana

Una seconda possibilità è che la colpa sia della politica partigiana. In altre parole, la fedeltà di una persona conservatrice a Trump sta causando a lui o lei di minimizzare la gravità della situazione, forse contro il suo istinto migliore. Ciò potrebbe derivare dall'esempio di Trump, poiché il Presidente ha ripetutamente lasciato intendere di ritenere che la minaccia fosse esagerata. Inoltre, è possibile che i liberali siano motivati ​​da una sorta di calcolo politico "ti ho detto così", che reagisce in modo eccessivo alla situazione per abbinare la sotto-reazione di Trump.

3: Un panorama politico mutevole

Una terza possibilità è che la teoria originale sia stata costruita in un mondo politico che è più rilevante. L'ascesa di Donald Trump ha portato gli scienziati politici a chiedersi se le etichette di conservatore e liberale significano la stessa cosa che hanno fatto anche dieci anni fa. È possibile che l'elettore di Trump non sia sinonimo della forma di conservatorismo utilizzata per costruire la teoria originale.

4: Matematica difettosa

C'è anche la possibilità che la ricerca sia completamente sbagliata. Ciò sembrerebbe improbabile, tranne se si considera l'enorme numero di studi psicologici che non possono essere replicati. Ricerche recenti, ad esempio, stimano che oltre la metà degli studi di psicologia pubblicati non riescono a riprodursi.

Conclusione: C'è un'ultima possibilità, e ciò ha a che fare con le tendenze politiche degli scienziati che hanno condotto la ricerca originale. Gli studi che esplorano le differenze tra liberali e conservatori sono generalmente condotti da scienziati che rientrano nella parte liberale dello spettro politico. Mentre si spera che le credenze personali non influenzino i risultati scientifici, il buon senso (e la ricerca) ci dicono il contrario.
Questo articolo è stato originariamente scritto a Forbes
Il virus pone un grande dilemma nel campo della psicologia morale Il virus pone un grande dilemma nel campo della psicologia morale 04:06 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.