Personalità che prosperano in isolamento

Personalità che prosperano in isolamento
 Di Luke Smillie e Nick Haslam
 Il coronavirus pandemico ha causato decine di migliaia di morti in tutto il mondo e ha spinto le principali economie in una discesa a spirale. Al di là di questi impatti, quasi tutti noi dovremo affrontare sfide psicologiche, cercando di mantenere un regime di allontanamento sociale responsabile senza scivolare nell'isolamento psicologico e nella solitudine.

Almeno siamo tutti nella stessa barca e la miseria ama la compagnia, giusto?

In realtà, non siamo tutti nella stessa barca. Le generalizzazioni su come il blocco COVID-19 ci influenzerà non tengono conto del fatto che le persone hanno personalità diverse. Risponderemo tutti in modi diversi al cambiamento della nostra situazione.

Gli estroversi e introversi

Prendi Bob, per esempio. Dopo due giorni di lavoro da casa, Bob non vedeva l'ora di provare una sessione di social drink su Zoom. Ma bere una birra davanti al suo laptop non era più lo stesso. Si sta chiedendo come se la caverà nelle prossime settimane e mesi, rinchiuso dentro e lontano dai suoi amici.

Si chiede questo durante una telefonata a sua sorella Jan: "Potrei non avere il coronavirus ma ho la febbre!"

Jan non capisce l'agitazione di Bob o il motivo per cui è così preoccupato di rimanere a casa. Se Jan si sente male per qualcosa, è la colpa di rendersi conto che potrebbe davvero godersi l'apocalisse - serate tranquille per se stessa, lontano dalla folla impazzita.

Jan e Bob sono archetipi di persone che tutti conosciamo bene. Bob rappresenta il classico estroverso. È loquace, socievole e molto socievole. Jan è un introverso. Conosce la solitudine.

Persone diverse, risposte diverse

Le differenze nell'introversione di estroversione emergono nella prima infanzia e sono relativamente stabili nel corso della vita. Influiscono su quali ambienti cerchiamo e su come rispondiamo a tali ambienti.

In uno studio recente, agli estroversi e agli introversi è stato chiesto di trascorrere una settimana impegnandosi in livelli più elevati di comportamento tipico estroverso (essendo loquace, socievole, ecc.). Gli estranei hanno raccolto diversi benefici tra cui umore e sentimenti di autenticità migliorati. Al contrario, gli introversi non hanno sperimentato benefici e hanno riferito di sentirsi stanchi e irritabili.

Le regole di distanziamento sociale alle quali stiamo tutti cercando di aderire sono come un'immagine speculare di questo intervento. Ora sono gli estroversi che si comportano in modo estraneo al personaggio e che probabilmente sperimenteranno una riduzione del benessere nelle prossime settimane e mesi. Gli introversi, d'altra parte, si sono allenati per questo momento per tutta la vita.

Perché gli introversi potrebbero trovare l'isolamento più facile da gestire rispetto agli estroversi? Più ovviamente, tendono ad essere meno motivati ​​dall'impegno sociale. Anche gli introversi tendono a sentire meno bisogno di provare piacere ed eccitazione. Ciò potrebbe renderli meno inclini alla noia che affliggerà molti di noi mentre il social distanziarsi si trascina.

Guardando più a fondo

Altri aspetti delle nostre personalità possono anche modellare il nostro fronte durante l'isolamento. Considera i quattro tratti rimanenti nel modello di personalità dei Big Five:

Le persone ad alto livello di coscienza, che sono più organizzate, meno distraibili e anche più adattabili, troveranno più facile impostare e attenersi a un programma giornaliero strutturato, come molti esperti raccomandano.

 Le persone ad alta piacevolezza, che tendono ad essere educate, compassionevoli e collaborative, saranno meglio attrezzate per negoziare la vita nelle tasche dei familiari o dei coinquilini.

Le persone molto aperte all'esperienza, che tendono ad essere curiose e fantasiose, probabilmente si separeranno in libri, musica e soluzioni creative al ronzio del blocco.

Al contrario, le persone ad alto nevrotico, che sono più sensibili allo stress e alle emozioni negative rispetto ai loro coetanei più stabili, saranno maggiormente a rischio di ansia e depressione durante questi tempi difficili.

Naturalmente, queste sono tutte generalizzazioni. Gli introversi non sono immuni alla solitudine e quelli con personalità più vulnerabili possono prosperare con le giuste risorse e il supporto sociale.

La vita in una capsula

Per alcuni, vivere sotto chiave potrebbe sembrare come lavorare in una stazione spaziale o in una struttura di ricerca antartica. Quali lezioni possiamo trarre dalla ricerca sulla personalità in questi ambienti estremi?

Questa ricerca mostra che le persone che sono emotivamente stabili, autosufficienti e autonome, orientate agli obiettivi, amichevoli, pazienti e aperte tendono ad affrontare meglio in condizioni di estremo isolamento. In particolare, è stato osservato che "gli" introversi socievoli"- che godono, ma non hanno bisogno di interazioni sociali - sembrano perfettamente adatti alla capsula vivente".

Per gestire al meglio le nostre "capsule" terrestri e non polari, potremmo aspirare ad alcune delle qualità sopra menzionate: essere calmi e organizzati, determinati ma pazienti, autosufficienti ma connessi.

Solitudine contro il tempo da solo

Il coronavirus pandemico è arrivato sulla scia di quella che alcuni descrivono come "un'epidemia di solitudine", ma questi titoli possono essere esagerati. Ancora una volta, parte di ciò che manca in tali descrizioni è il fatto che per alcuni le nuvole sono fodere d'argento per altri.

Un contrappunto alla cosiddetta epidemia di solitudine è lo studio della "solitudine", le emozioni negative che molte esperienze provano a causa dell'insufficiente tempo trascorso da solo. Come ha scritto Anthony Storr in "Solitudine: un ritorno al sé", "la solitudine può essere tanto emotiva quanto il supporto emotivo" e la capacità di essere soli è tanto una forma di maturità emotiva quanto la capacità di formare stretti attaccamenti.

Certo, alcune persone in stato di blocco si trovano ad affrontare sfide formidabili che non hanno nulla a che fare con la loro personalità. Molti hanno perso il lavoro e affrontano difficoltà economiche. Alcuni sono completamente isolati mentre altri condividono le loro case con i propri cari. Anche così, la nostra risposta a queste sfide riflette non solo la nostra situazione, ma anche noi stessi.

Questo articolo è stato originariamente scritto per The Conversation.
Personalità che prosperano in isolamento Personalità che prosperano in isolamento 07:14 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.