Perché alcuni gruppi razziali sono più sensibili a COVID-19?

Perché alcuni gruppi razziali sono più sensibili a COVID-19?
 Latinoamericani in fila per comprare cibo (archivio)
 Il coronavirus non rispetta i confini, ma non influenza ugualmente tutti i gruppi umani. Vari fattori influenzano la sensibilità di diversi gruppi, scrive la BBC e sottolinea che alcune delle disuguaglianze includono la razza.

A Chicago, il 72% delle persone che sono morte a causa del nuovo coronavirus all'inizio di aprile erano neri, sebbene la razza nera costituisse solo un terzo della popolazione della città.

Nel Regno Unito, dei 1.249 pazienti positivi, il 35 percento era bianco, mentre in Inghilterra e Galles, secondo l'ultimo censimento, i non bianchi costituiscono il 14 percento della popolazione.

La BBC cita la disparità di reddito come la prima ragione per cui alcune razze sono maggiormente colpite dal virus. In molti paesi in cui predomina la razza bianca, come gli Stati Uniti, le persone di altri gruppi etnici e razziali hanno meno accesso alle risorse economiche, cioè guadagnano di meno.

Anche prima della pandemia di coronavirus, il 91,1 per cento della popolazione sudafricana, che è a rischio di fame, è nera, mentre i bianchi rappresentano il 7,9 per cento della popolazione.

Negli Stati Uniti, ad esempio, gli afro-americani hanno maggiori probabilità di sviluppare diabete, malattie cardiache e ipertensione, che indebolisce i polmoni e il sistema immunitario e le persone con queste malattie hanno maggiori probabilità di sviluppare gravi sintomi di Covid-19.

La BBC mostra che alcuni gruppi sono maggiormente colpiti dalle conseguenze economiche.

La disuguaglianza economica non è l'unica cosa che colpisce alcuni gruppi. La BBC riferisce che molte famiglie di minoranze etniche nel Nord America e in Europa vivono vicino alle discariche, mentre le scuole in cui la maggior parte degli studenti sono minoranze si trovano vicino a autostrade e siti industriali, il che influisce anche sulla salute respiratoria.

Inoltre, alcuni gruppi razziali ed etnici in tutto il mondo lavorano in diverse professioni.

Ad esempio, il 26,4 percento dei lavoratori dei trasporti di Londra proviene da comunità minoritarie, mentre negli Stati Uniti gli agricoltori sono spesso immigrati dall'America Latina e non ricevono protezione sul lavoro perché è difficile garantire la distanza fisica nei campi e l'isolamento nei campi per lavoratori agricoli, scrive la BBC.

I cambiamenti della popolazione fanno sì che diversi virus siano influenzati in modo diverso dal virus. Il sovraffollamento influisce sicuramente sulla sensibilità di un gruppo.

I risultati di uno studio mostrano che a Nairobi, l'85% degli intervistati ha affermato di non avere un posto nelle proprie case per isolare un malato, mentre l'82% della popolazione non ha potuto rimanere a casa per 14 giorni, principalmente a causa della perdita di reddito. Inoltre, il 37 percento degli intervistati non può lavarsi le mani spesso a causa della mancanza di acqua.

Le barriere linguistiche influenzano anche la sensibilità di alcuni gruppi, osserva la BBC, sottolineando che all'inizio della pandemia di coronavirus, molte delle linee guida delle istituzioni sanitarie erano nelle lingue dominanti.
Perché alcuni gruppi razziali sono più sensibili a COVID-19? Perché alcuni gruppi razziali sono più sensibili a COVID-19? 03:12 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.