Sbiancamento dentale naturale: tutto ciò che devi sapere

Sbiancamento dentale naturale: tutto ciò che devi sapere

 Grazie agli enormi progressi nella salute dentale, molti italiani possono aspettarsi di avere i propri denti per tutta la vita e di non dover ricorrere alla dentiera. Tuttavia, più a lungo conserviamo i nostri denti, più è probabile che si macchino o scoloriscano. Comprensibilmente, sempre più persone desiderano riconquistare il candore scintillante del loro sorriso giovanile.

Lo sbiancamento professionale dei denti e i prodotti sbiancanti da banco sono due approcci per schiarire il colore dei denti. Tuttavia, il loro costo e la loro chimica rappresentano una barriera per molti aspiranti sbiancanti per denti. Alcuni preferiscono metodi di sbiancamento dei denti fai-da-te più economici con ingredienti naturali.

Dall'aceto di sidro di mele all'estrazione dell'olio, ecco uno sguardo ai metodi naturali più comuni di sbiancamento dei denti.

Che cos'è lo sbiancamento dentale naturale?
I metodi naturali di sbiancamento dei denti rinunciano alle soluzioni sbiancanti chimiche su cui si basano i prodotti sbiancanti in studio, da portare a casa e da banco. Invece, gli utenti di metodi di sbiancamento dei denti naturali scelgono di impiegare gli acidi nella frutta o utilizzare agenti di lavaggio come carbone di legna o bicarbonato di sodio per lucidare i denti.

Indipendentemente dal fatto che tu segua il percorso naturale o scelga la procedura più costosa in studio, dovresti iniziare il processo di sbiancamento dei denti con una pulizia e un esame approfondito dal tuo dentista. Alcune condizioni, come la malattia parodontale o i denti danneggiati, possono causare spiacevoli effetti collaterali dallo sbiancamento. Se hai precedenti lavori dentali come ponti, corone o faccette, devi parlarne anche con il tuo dentista, poiché non possono essere sbianchati allo stesso modo dei denti veri.

I metodi di sbiancamento dentale naturale funzionano?
Per capire se lo sbiancamento naturale dei denti è giusto per te, aiuta a sapere esattamente qual è il tuo smalto bianco lucido e il ruolo che svolge nella struttura del dente.

"Lo smalto dei denti è un cristallo", afferma Matthew Messina, D.D.S., assistente professore di odontoiatria presso la Ohio State University a Columbus, Ohio, e portavoce dell'American Dental Association. “Sotto ingrandimento, sembra una recinzione a maglie di catena. Nel tempo, le macchie si incastrano in questo.”

Quello strato di matrice smaltata (cioè la "recinzione del collegamento a catena") protegge la dentina di colore più scuro sottostante e la polpa viva all'interno del dente. Lo strato di smalto è estremamente sottile, dice Messina, a volte meno di mezzo millimetro.

"Lo smalto è piuttosto prezioso", dice Messina. “Non ricresce, sia che lo portiamo via o lo dissolviamo.” Ci sono anche molte diverse cause di scolorimento dei denti, osserva Messina: "Se hai malattie gengivali, lo sbiancamento non renderà i tuoi denti più bianchi".

Allo stesso modo, i composti naturali non possono eliminare l'oscuramento dei denti causato da problemi come traumi fisici o uso di antibiotici tetracicline, noti come "colorazione intrinseca". Tuttavia, se hai "macchie estrinseche" o scolorimento superficiale causato da caffè, tè, vino rosso, collutorio o tabacco, potresti essere in grado di migliorare o mantenere il tuo sorriso tra le visite regolari dal dentista per la pulizia e la lucidatura professionale.

Se stai pensando di utilizzare un metodo naturale di sbiancamento dei denti, tuttavia, dovresti sapere che ci sono molte affermazioni, ma non molte prove scientifiche documentate che siano sicure o efficaci. E, peggio ancora, alcuni di loro potrebbero effettivamente avere l'effetto esattamente opposto di quello che stai cercando: potrebbero rendere i tuoi denti meno bianchi nel tempo e persino causare sensibilità dolorosa.

 Impianti Dentali a Tirana a partire da 300 euro; Qualità Certificata!
Diamo un'occhiata alle affermazioni e risolviamo i fatti dalla finzione e forse ti risparmiamo un po' di dolore e danni ai denti lungo la strada.

Aceto di sidro di mele
Le persone che lavorano per la salute naturale spesso pubblicizzano l'aceto di sidro di mela come una sorta di panacea. È un prodotto fermentato, il che significa che ha proprietà probiotiche, che sono responsabili di molti dei suoi presunti benefici per la salute. Ma questa è una qualità che può aiutare il tuo intestino, non i tuoi denti.

In effetti, il suo gusto acuto e l'odore forte rendono evidente che l'aceto di sidro di mele è molto acido. E i composti acidi, prodotti dalla scomposizione degli zuccheri in bocca o dagli acidi che consumi, dissolvono lo smalto dei denti, portando alla carie.

Il contatto con acidi alimentari come l'aceto è sicuro per il breve periodo di tempo in cui rimangono in bocca mentre mangi, ma usarli per spazzolare o sciacquare non è una buona idea perché il contatto prolungato erode lo smalto.

Provarlo o saltarlo? Evita di girare intorno all'aceto di sidro di mele.

Frutta e verdura
Sebbene l'idea che i prodotti croccanti possano rimuovere la placca dai denti è infondata, è vero che alcuni frutti contengono acidi naturali che agiscono sui denti, in particolare i limoni e le fragole. E, come con l'aceto di mele, quegli acidi della frutta che rimangono sui denti rompono lo smalto, scuriscono i denti e favoriscono la carie.

Papaya e ananas, d'altra parte, contengono enzimi che possono essere efficaci nello sbiancamento dei denti combattendo le macchie, secondo uno studio clinico. Quando combinati nelle formule dei dentifrici, questi enzimi (papaina e bromelina) sciolgono la placca che fa apparire i denti scoloriti. Non ci sono prove, tuttavia, che mangiare il frutto o lavarsi con una pasta a base di polpa sbianca i denti.

Nel frattempo, frutta e verdura intere sono utili per mantenere denti sani e bianchi quando fanno parte di una buona dieta. La ricerca mostra che mangiare una mela riduce la quantità di batteri che promuovono la carie in bocca, il che è importante per mantenere i denti in buona forma, soprattutto se non sei in grado di lavarti subito i denti.

Provarlo o saltarlo? Il dentifricio che contiene gli enzimi della frutta bromelina e papaina può aiutare a sbiancare i denti, quindi forse vuoi provarlo. Ma salta le paste o i risciacqui di acidi di frutta fai-da-te.

Carbone
Il carbone sta vivendo un momento come una star della salute e della bellezza, con affermazioni che includono la rimozione delle tossine e l'eliminazione del virus. Tuttavia, è il metodo naturale che ha maggiori probabilità di danneggiare i denti. Questo perché i preparati a base di carbone attivo fatti in casa possono essere molto abrasivi: strofinare regolarmente i denti con il carbone può rimuovere lo smalto, lasciando esposto lo strato di dentina più scuro.

"Metterei i dentifrici al carbone super-abrasivo in cima alla lista dei prodotti che potrebbero causare danni", afferma Messina. Egli osserva che mentre alcuni dentifrici al carbone sono testati e approvati come sicuri, molti non lo sono.

Provarlo o saltarlo? Salta i preparativi per il carbone fai da te. Prova un dentifricio al carbone approvato uficialmente se vuoi sperimentare una formula a base di carbone.

Tirando l'olio
L'olio di cocco è un altro prodotto naturale in voga, grazie alla sua struttura unica di acidi grassi che presumibilmente aumenta il metabolismo (dall'interno) e le sue proprietà idratanti (all'esterno).

Tuttavia, l'"estrazione dell'olio" ha in realtà una lunga storia come pratica nella medicina ayurvedica. Questa antica tecnica indiana prevede l'agitazione vigorosa dell'olio, di solito olio di cocco, intorno alla bocca e tra i denti (proprio come faresti con un collutorio) per 15-20 minuti almeno una volta e fino a tre volte al giorno, seguito dal lavarsi i denti . L'idea è che promuova la salute dentale scoraggiando la crescita di batteri che promuovono la carie e riducendo l'infiammazione nei tessuti gengivali.

Sebbene sembrino esserci delle basi per queste affermazioni, non ci sono quasi prove che schiariscano i denti, anche se un singolo studio ha suggerito che potrebbe. "Non c'è alcun pericolo fondamentale per l'estrazione dell'olio, a meno che le persone non rinviino altri trattamenti", afferma Messina. In effetti, l'unico avvertimento riguardo all'estrazione dell'olio è di non sputare l'olio nello scarico, perché potresti ostruire i tubi. Usa invece il cestino.

Provarlo o saltarlo? L'estrazione dell'olio potrebbe valere la pena di provare. Basta non inalare o ingoiare l'olio o sputarlo nel lavandino.

Bicarbonato di sodio
Molto meno abrasivo del carbone di legna (o dell'argilla caolino, un altro popolare abrasivo naturale), il bicarbonato di sodio (bicarbonato di sodio) ha una lunga esperienza come eroe dentale. Le sue proprietà combinate di essere uno scrub molto delicato e un composto alcalino significa che può ridurre le macchie sui denti e allo stesso tempo promuovere un ambiente della bocca meno favorevole ai batteri nocivi.

Puoi scegliere un normale dentifricio al bicarbonato di sodio o creare la tua pasta mescolando la polvere con l'acqua, ma non avrai il vantaggio di aggiungere fluoro per la prevenzione della carie se segui la strada fatta in casa. (Non mischiare fragole schiacciate, carbone di legna o altri ingredienti naturali. Il bicarbonato di sodio neutralizza gli acidi della frutta, quindi le fragole non avranno alcun effetto e altri abrasivi sono troppo ruvidi). Messina consiglia inoltre che se segui il percorso dello sbiancamento dentale fai-da-te, seguire la spazzolatura con un risciacquo al fluoro per rafforzare ulteriormente i denti contro la carie.

Fonte: Forbes.
Sbiancamento dentale naturale: tutto ciò che devi sapere Sbiancamento dentale naturale: tutto ciò che devi sapere domenica, maggio 30, 2021 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.
f