I costi sociali della ricerca della solitudine, secondo lo studio

I costi sociali della ricerca della solitudine, secondo lo studio
Una ragazza sola che cammina su una strada di campagna
 Nel 2014, un articolo pubblicato su Science ha scoperto che molte persone preferirebbero subire una scossa elettrica dolorosa piuttosto che essere lasciate sole con i propri pensieri (Wilson et al., 2014). Ma questa scoperta non si applica a tutti. Le persone differiscono nella misura in cui tollerano (e persino si divertono) a trascorrere del tempo da soli.

Mentre alcune persone considerano la solitudine dolorosa e noiosa, altri la trovano piacevole e interessante. Ma coloro che amano la solitudine, quelli di noi che preferiscono una serata tranquilla a casa piuttosto che una serata fuori con gli amici in un bar rumoroso, sono spesso trattati come valori anomali nella vita moderna. Nella nostra ricerca, abbiamo scoperto che possono esserci conseguenze sociali negative per chi cerca la solitudine.

In un nuovo documento, condotto dal Dr. Dongning Ren, abbiamo condotto una serie di studi per indagare su come le persone giudicano e agiscono nei confronti di coloro che amano la solitudine (Ren & Evans, 2021). Abbiamo scoperto che le persone hanno maggiori probabilità di ostracizzare le persone che amano la solitudine. In altre parole, i cercatori di solitudine hanno maggiori probabilità di essere esclusi da gruppi e squadre. Ciò accade perché le persone presumono che tutti i soggetti coinvolti staranno meglio se i cercatori di solitudine vengono lasciati a se stessi. Ma l'ostracismo può essere una cosa pericolosa, anche per le persone che amano stare da sole. E questo significa che chi cerca la solitudine deve affrontare ulteriori sfide nel lavoro e nella vita.

Lasciami fuori

Quando incontriamo qualcuno per la prima volta, ci facciamo un'impressione di quella persona e usiamo quell'impressione per giudicare quali attività potrebbero apprezzare e come dovremmo trattarla. Nei nostri studi abbiamo esaminato come le persone giudicano (e trattano) coloro che amano la solitudine. Se qualcuno è visto come un cercatore di solitudine (è il tipo di persona a cui piace passare il tempo da solo), le persone fanno molte supposizioni basate su tali informazioni. Presumono che i cercatori di solitudine non si preoccupino molto dell'appartenenza a gruppi; che sono sgradevoli e con cui è difficile andare d'accordo; e che sono, per dirla senza mezzi termini, non caldi. È importante sottolineare che queste impressioni negative hanno conseguenze. È più probabile che le persone escludano ed evitino di interagire con chi cerca la solitudine.

È più facile per tutti in questo modo

Perché le persone escludono chi cerca la solitudine? Abbiamo scoperto che due credenze hanno contribuito a spiegare i nostri risultati.

Primo, l'interesse personale: le persone credono che sarebbe difficile o spiacevole trascorrere del tempo con chi cerca la solitudine. Quando escludiamo chi cerca la solitudine, stiamo rendendo le cose più facili con noi stessi evitando situazioni sociali potenzialmente imbarazzanti.

In secondo luogo, la preoccupazione per il cercatore di solitudine: le persone credono che i cercatori di solitudine in realtà non vogliano essere inclusi e che non gli piacerebbe interagire con gli altri. Quando escludiamo i cercatori di solitudine, in una certa misura potremmo pensare che gli stiamo facendo un favore.

Il problema è che queste credenze, in particolare l'idea che i cercatori di solitudine vogliano essere esclusi, sono probabilmente sbagliate.

Tutti soffrono

Le persone presumono che i cercatori di solitudine siano impermeabili al dolore dell'esclusione sociale. Partiamo dal presupposto che non vogliano unirsi alle nostre feste o lavorare con noi su nuovi progetti. Ma a quasi tutti non piace essere esclusi. Anche forme sottili di esclusione, come essere snobbati da un anonimo sconosciuto in un esperimento di laboratorio, possono provocare una forte risposta emotiva (Wesselmann et al., 2012). Sebbene non l'abbiamo testato direttamente nei nostri studi, la nostra intuizione è che anche gli irriducibili cercatori di solitudine avrebbero una reazione negativa all'essere esclusi.

Quando apprendiamo i tratti della personalità degli altri, è naturale cercare di prevedere cosa apprezzeranno e come vogliono essere trattati. Il problema è che fare previsioni sulle persone è difficile, soprattutto quando stai cercando di prevedere le reazioni di qualcuno che non conosci bene. Dovresti pensarci due volte prima di escludere socialmente i cercatori di solitudine.

Potrebbero essere felici di essere invitati alla tua prossima festa (o di lavorare con te al tuo prossimo progetto) e potresti essere felice di farli partecipare.
I costi sociali della ricerca della solitudine, secondo lo studio I costi sociali della ricerca della solitudine, secondo lo studio 10/05/2021 12:04:00 AM Rating: 5

 

Impianti Dentali a Tirana fino al 70% in meno che in Italia e migliore qualità! SI, hai sentito bene! Inviaci la panoramica e avrai un preventivo ad un prezzo incredibile entro 24 ore! Certificato di garanzia per ogni materiale e impianto dentale! Sarai assistito da un tutor personale non appena metterai piede a Tirana! Guida turistica inclusa nel prezzo e tante sorprese! Non perdere altro tempo dalla tua vita, vieni subito a riprendere il tuo sorriso naturale!

Loading...
Powered by Blogger.
f