Suggerimenti sessuali dai più grandi pensatori della storia

 
 Il sesso è una parte naturale della vita, una cosa abbastanza vitale che alcuni potrebbero dire. Filosofi, scienziati e teologi nel corso dei secoli hanno tutti trascorso più tempo a pensare alla meccanica e all'etica del sesso. Che sia Sant'Agostino a descrivere quanto sia peccaminoso il sesso (e quanto gli piacesse da giovane) o Bertrand Russell che diceva di non conoscere davvero una donna fino a quando non avesse dormito con alcune delle più grandi menti umane che avesse avuto molte cose da dire sul sesso. Ecco alcuni consigli sul sesso raccolti da alcuni grandi pensatori.

Pitagora

Pitagora era uno dei giganti dell'antica filosofia greca che fondò una scuola di pensiero che influenzò i pensatori come Platone. Fu anche il fondatore di un culto leggermente strano. Pitagora istituì la sua scuola come una specie di comune intorno al 530 a.C. e tutti coloro che lo seguirono dovevano aderire a una serie di regole leggermente strane. Oltre alla riverenza per la matematica, ha insegnato la reincarnazione e l'importanza di mettere sempre al primo posto la gamba giusta. Per la sua saggia guida i suoi seguaci lo chiamavano Divino e lo trattavano come un Dio. Era sempre disposto a scavare in quello che i suoi seguaci dovevano e non dovevano fare. Non sorprende che Pitagora desse loro consigli sul sesso. Gli uomini non dovrebbero fare sesso prima di aver compiuto 20 anni. Questo perché il rilascio di emissioni indebolisce i uomini. Il sesso, o almeno il sesso di successo, fa sempre male agli uomini. Quando è stato chiesto quando fosse il momento giusto per fare sesso con una donna, Pitagora ha risposto "Quando vuoi perdere la forza che hai". Dato che le persone sembrano godere del sesso e non passerà mai di moda Pitagora ha stabilito le regole su come ridurne il danno. Per evitare che gli uomini si secchino con il rilascio di sperma, dovrebbero “conservare in inverno per i piaceri sessuali, in estate astenersi; sono meno dannosi in autunno e in primavera, ma sono sempre dannosi e non favoriscono la salute.

Re Salomone

Noto anche come Cantico del Salomone, è uno dei libri più improbabili della Bibbia. Un inno alle gioie dell'amore e della passione che si trova a disagio accanto ai testi più ascetici che lo circondano. Presumibilmente da Salomone il Cantico dei Cantici racconta la storia del suo matrimonio. Apparentemente l'incontro degli sposi ha avuto successo mentre dice "Mentre il re era sul suo divano,
il mio nardo ha emesso la sua fragranza. ”Nel testo c'è molto riferimento alle bellezze dell'olfatto e di altri sensi. Ma Salomone, noto per essere uno degli uomini più saggi della Bibbia, usa la poesia per sedurre la sua sposa. Poesia che assume un tono piuttosto animalesco.

“I tuoi occhi sono colombe
dietro il tuo velo.
I tuoi capelli sono come uno stormo di capre.

Saltando giù per le pendici di Galaad.
I tuoi denti sono come uno stormo di pecore rasate
che sono venuti dal lavaggio,
tutti con gemelli,
e nessuno di loro ha perso i suoi giovani ...
I tuoi due seni sono come due cerbiatti,
gemelli di una gazzella,
che pascolano tra i gigli.

Le belle parole di Salomone funzionano e lui e sua moglie si godono una notte nel" frutteto di noci. Continua a sussurrarle dolci cose mentre il matrimonio sta per concludersi.

La tua statura è come un albero di palma, e il tuo seno è come i suoi grappoli.

Dico che scalerò la palma
e afferrare il suo frutto."

Aristotele

Aristotele può essere visto come una delle più grandi menti della tradizione occidentale, ma ha anche detto molte cose sbagliate. Per esempio pensava alle donne semplicemente come uomini imperfetti e non alla sua eguaglianza. "Il maschio", afferma Aristotele, "è per natura superiore e la femmina inferiore, il sovrano maschio e il soggetto femminile". Anche la sua visione filosofica delle donne sembra colorare le sue osservazioni scientifiche su di esse. Aristotele ci dice che "Alcuni pensano che la femmina contribuisce allo sperma in coito perché il piacere che prova a volte è simile a quello del maschio, ed è anche assistito da una scarica liquida. Ma questo scarico non è fondamentale; è appropriato solo per la parte interessata in ciascun caso, poiché c'è una scarica dall'utero che si verifica in alcune donne ma non in altre. "Fortunata signora Aristotele. Non temere, tuttavia, se Aristotele ti lascia sentire asciutto, offre una soluzione a aumentare lo 'scarico' delle donne. Alcuni alimenti dal sapore pungente ne fanno aumentare sensibilmente", ci informa.

Lucrezio

Lucrezio, un poeta romano del I secolo A.C., è noto soprattutto per la sua poesia "Sulla natura delle cose". In sei libri spiega esattamente come funziona l'universo, o almeno nelle menti dei pensatori epicurea. Gli epicurei credono in cose strane come gli atomi, che il piacere è buono e che gli dei prendono parte attiva alla vita umana. A causa di queste visioni piuttosto sensate, gli Epicurei furono molto attaccati nell'antichità. Va detto tuttavia che alcune delle sue opinioni sul sesso erano un po 'strane: per Lucrezio gli uomini hanno un seme che viene stimolato guardando la forma umana. Quando vedi una persona carina, il seme viene spostato e si muove nella direzione del corpo attraente. "Gli organi sono stimolati e gonfiati dal seme". Sfortunatamente, anche solo pensare alla persona amata può farti espellere il seme e, se non ci riesci, può causare dolore. La soluzione di Lucrezio è di "sfogare il seme del tuo amore su altri oggetti. ”Dormire può distrarti dal dolore del cuore e dal dolore corporeo.

Alberto Magno

Alberto Magno - fu una delle menti più rispettate del 13 ° secolo. Chiamato "Il dottore universale" ha toccato la sua gamma di studi su tutti gli aspetti della vita umana, incluso il sesso. Molte persone potrebbero aver preferito posizioni sessuali a pochissime persone che si mettono davvero nei guai di scriverle e classificarle. Albertus era uno studioso, quindi è esattamente quello che ha fatto. Li scrisse in termini di "naturalezza" dalla più naturale, e meno peccaminosa, alla meno naturale. Albertus pensava che il missionario fosse sufficiente per la procreazione ed elencava fianco a fianco, seduto, in piedi e "un tergo" come le opzioni minori. "Un tergo" sembra aver significato "da dietro." A causa della natura limitata di Albertus, il suo repertorio sessuale è stato influente per secoli, non temendo che fosse una clausola di fuga per coloro che potrebbero voler provare una posizione meno naturale. Albertus pensava che in caso di obesità estrema potesse essere accettabile per una coppia sposata provare un'altra posizione per rendere le cose più facili.

Immanuel Kant 

Immanuel Kant è uno dei filosofi con cui altri filosofi devono fare i conti - o sei d'accordo con lui o devi confutare lui, non puoi ignorarlo. Da quello che sappiamo se la vita di Kant è riuscito comunque a ignorare almeno metà della popolazione perché sembra essere morto vergine. Ciò non gli ha impedito di dare consigli agli altri, tuttavia nelle sue lezioni sull'etica Kant ha definito le sue feroci leggi su come dovrebbe essere il sesso. In breve, non pensava che avesse molto spazio ovunque tranne che nel letto matrimoniale. Ha una vaga visione di come il sesso può essere sull'uso degli altri. “L'uomo può, naturalmente, usare un altro essere umano come strumento per il suo servizio ... può usarlo per i propri scopi con il consenso dell'altro. Ma non c'è modo in cui un essere umano possa diventare un oggetto di indulgenza per un altro se non attraverso l'impulso sessuale. ”Kant riconosce tuttavia l'importanza della sessualità per l'uomo. Dice che un uomo senza un impulso sessuale sarebbe un esempio imperfetto di umanità. Ma mette in guardia dal diventare il giocattolo degli altri. “L'amore sessuale rende la persona amata un oggetto di appetito; non appena l'appetito è stato soffocato, la persona viene messa da parte mentre si getta via un limone che è stato succhiato.

Jean-Jacques Rousseau

Jean-Jacques Rousseau, un filosofo che ha scritto sul contratto sociale, è famoso per aver detto "L'uomo è nato libero e ovunque si trovi e in ​​catene". Mentre questo è di solito preso come una dichiarazione su come gli umani vivono nella civiltà piuttosto che nella natura in la luce dei peccadillo sessuali di Rousseau assume un'altra luce. Rousseau avrebbe potuto anche apprezzare le catene - sicuramente gli piaceva essere sculacciato. Nella sua schietta autobiografia Rousseau ha messo a nudo tutta la sua vita. Si scopre che gli piaceva scoprire più della sua anima. In un'occasione ha trascinato un gruppo di ragazze in un pozzo e si è esposto a loro, ma fa di tutto per sottolineare che “Quello che hanno visto non era la cosa oscena [il suo pene], non ci avevo nemmeno pensato, era la cosa ridicola [il suo culo]. Il piacere insensato che ho provato lo ha mostrato prima che i loro occhi non potessero essere descritti. ”Sculacciare era il vero brivido. Da giovane fu spedito in un'altra famiglia e fu punito dalla madre della famiglia per essere stato sculacciato. “Avevo trovato nel dolore, anche nella disgrazia, un misto di sensualità che mi aveva lasciato meno impaurito che desideroso di provarlo di nuovo dalla stessa mano. Senza dubbio un istinto sessuale precoce si mescolava a questo sentimento, poiché lo stesso castigo inflitto da suo fratello non mi sarebbe sembrato affatto piacevole. "L'esperienza rimase con Rousseau per tutta la sua vita in seguito scrivendo che "Cadere ai piedi di un'amante imperiosa, obbedire ai suoi mandati o implorare perdono, sono stati per me i piaceri più squisiti”.
Suggerimenti sessuali dai più grandi pensatori della storia Suggerimenti sessuali dai più grandi pensatori della storia 07:43 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.