Bugie della storia, che gente creda ancora oggi

Bugie della storia, che gente creda ancora oggi
 Monaco che scrive nel buio (iliustrazione)
Falso fatto: Albert Einstein fallito in matematica e scienze a scuola.

Quante volte hai sentito questa vecchia storia? Il mio vecchio insegnante di scienze lo usava ogni volta che uno studente non capiva un concetto o otteneva un punteggio scarso in un test. Questo è semplicemente falso, e anche selvaggiamente. Albert Einstein era uno studente eccezionale, un vero mago delle materie in cui ti aspetteresti pienamente che eccellesse. Stava leggendo a livello universitario sulla fisica quando aveva 11 anni. Non ci sono prove che ottenga risultati se non alti nei suoi test. Quindi ... scusa, Einstein era un genio. Ma, ehi, non ti preoccupare, Mark Zuckerberg, Bill Gates e Steve Jobs non hanno finito il college! Quindi, per tutti i tuoi abbandoni, non preoccuparti, tutto ciò di cui hai bisogno è un'idea all'avanguardia!


Falso fatto: le bombe atomiche sganciate su Hiroshima e Nagasaki hanno ucciso molte più persone delle campagne di bombardamento "tradizionali".

L'attacco a Hiroshima ha provocato tra 90.000 e 146.000 morti e l'attacco a Nagasaki ha provocato fino a 80.000 morti. Sono questi gli attacchi più devastanti della seconda guerra mondiale? Tramite un singolo dispositivo: Sì. È stato un modo nuovo e terrificante che molti obiettivi siano morti? Sì. Ci sono state molte più morti negli attacchi atomici su queste città giapponesi rispetto ai bombardamenti tradizionali? Affatto. Il bombardamento di Tokyo il 10 marzo 1945 provocò oltre 90.000 morti, forse oltre 100.000 morti e oltre un milione di civili rimasti senza casa. Questo supera il numero totale di morti di Nagasaki e può essere superiore a Hiroshima. Quando confronti le immagini di Tokyo, Hiroshima e Nagasaki dopo i rispettivi attacchi, fai fatica a distinguerle. Per quantificare le successive morti per privazione e inalazione di particolato nel caso di Tokyo e malattie da radiazioni nei casi di Hiroshima e Nagasaki è una stima approssimativa, rendendo difficile qualsiasi misurazione del potere distruttivo totale. Sebbene l'alba dell'era atomica sia stata certamente uno sviluppo monumentale e terrificante in guerra, è chiaro che per morti totali, è stata l'efficienza delle risorse e che contava, non la quantità di morti che hanno prodotto.

Falso fatto: il "selvaggio West" era un luogo caotico e violento. 

Potrebbe essere violento, ma non più "violento" o "caotico" che in qualsiasi altra parte dell'epoca. Quanti "HH Holmes" o "Jack lo Squartatore" hanno pregato nelle città di Tombstone o Deadwood? L'idea che il Vecchio Occidente sia una frontiera, un luogo difficile per iniziare a cercare di sopravvivere potrebbe contribuire al mito pervasivo che era un luogo senza legge e anarchico in cui vivere. Ma ci sono prove che fosse un posto violento? Non proprio. Molte delle più famose città occidentali di bestiame avevano tassi di omicidio relativamente bassi, insieme a un moderno governo delle statistiche al fine di confrontare i tassi di oggi con quelli del passato, si basa su questa posizione a priori: nel 1880, la tua possibilità di essere assassinato a Dodge City era 1 su 996, mentre nel 1980 Miami, propagandata come la capitale mondiale degli omicidi all'epoca, le probabilità di essere uccisi erano 1 nel 3058 ... problema è che ci fu 1 omicidio a Dodge City nel 1880 tra una popolazione di 996. Non si discute sulla natura dei crimini né delle reazioni della popolazione e il ridimensionamento di questo numero è controverso. Un omicidio in un anno solare non sembra esattamente un'ondata di criminalità.

Falso fatto: le piramidi sono state costruite dagli schiavi.

 Chi meglio di completare un vasto progetto di costruzione di un gruppo di stranieri catturati malnutriti che colpisci all'impazzata se non rispettano le quote? Certamente non una forza lavoro completamente retribuita e rispettata di artigiani che onori nella vita e ricordi dopo la morte ... Sì, in realtà, sembra più efficiente. La persistente demonizzazione delle civiltà passate è stata tanto persistente nel mondo accademico e nella cultura pop quanto la glorificazione degli imperi caduti. Le cose sono raramente così semplici o binarie.

Falso fatto: durante i molti conflitti del Medioevo e del periodo medievale, fu Nazione contro nazione. 

"Per Alba!" non pianse nessuno in questa era. L'idea di lottare per il proprio paese è molto moderna, insieme alle identità "nazionali" detenute da molti. La nozione romantica di una nazione, riunita dietro il loro re o regina, che accumula una grande forza per respingere un esercito invasore è esattamente questa: una nozione romantica. Quando la Gran Bretagna era una raccolta di piccoli regni, molti dei maggiori conflitti si verificarono tra fazioni rivali all'interno di quella che ora sarebbe conosciuta come l'Inghilterra; Wessex e Mercia si affrontano o rivaleggiano con Welsh Kingdoms come quelli di Gwynedd e Dyfed. Ma anche in questi casi, spesso c'erano due gruppi di soldati pagati che lottavano per un maestro di paga, nessuna ideologia particolare. Ancora più confuso è il fatto che molti di questi piccoli regni fornissero al soldato di combattere al fianco di quelli che sarebbero stati considerati i loro nemici naturali. Ad esempio, Owain Glyndwr, eroe ribelle gallese e icona culturale, ribelle al dominio inglese, conquistò vaste aree del suo nativo atterrò e iniziò ad avanzare nell'Inghilterra stessa prima di scomparire misteriosamente. Perché lo ha fatto? Parte della sua terra fu confiscata dalla corona e donata a un signore non gallese. Era un caso che riguardava tanto un lamento della proprietà quanto una volontà generale per la libertà. Tuttavia, questo era ancora Galles vs Inghilterra, giusto? Bene, se si considera che il principale esercito rivale del re Owain era guidato da un collega nobile gallese di nome Dafydd Gam (Dafydd lo zoppo), confonde l'acqua. In un periodo precedente agli stati nazionali, l'onore nazionale semplicemente non era una cosa.
Bugie della storia, che gente creda ancora oggi Bugie della storia, che gente creda ancora oggi 04:47 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.