Uno su cinque pazienti COVID-19 sviluppa una malattia mentale entro 90 giorni - studio

Uno su cinque pazienti COVID-19 sviluppa una malattia mentale entro 90 giorni - studio

 È probabile che molti sopravvissuti al COVID-19 corrano un rischio maggiore di sviluppare malattie mentali, hanno detto gli psichiatri lunedì, dopo che un ampio studio ha rilevato che al 20% delle persone infette dal coronavirus viene diagnosticato un disturbo psichiatrico entro 90 giorni.

Ansia, depressione e insonnia erano più comuni tra i pazienti COVID-19 guariti nello studio che hanno sviluppato problemi di salute mentale. I ricercatori dell'Università britannica di Oxford hanno anche riscontrato rischi significativamente più elevati di demenza, una condizione di danno cerebrale.

"La gente era preoccupata che i sopravvissuti al COVID-19 fossero a maggior rischio di problemi di salute mentale, e le nostre scoperte ... dimostrano che ciò è probabile", ha detto Paul Harrison, professore di psichiatria a Oxford, riporta Reuters.

Medici e scienziati di tutto il mondo hanno urgente bisogno di indagare sulle cause e identificare nuovi trattamenti per la malattia mentale dopo COVID-19, ha detto Harrison.

"I servizi (sanitari) devono essere pronti a fornire assistenza, soprattutto perché è probabile che i nostri risultati siano sottostimati (del numero di pazienti psichiatrici)", ha aggiunto.

Lo studio, pubblicato sulla rivista The Lancet Psychiatry, ha analizzato le cartelle cliniche elettroniche di 69 milioni di persone negli Stati Uniti, inclusi oltre 62.000 casi di COVID-19. È probabile che i risultati siano gli stessi per coloro che sono affetti da COVID-19 in tutto il mondo, hanno detto i ricercatori

Nei tre mesi successivi al test positivo per COVID-19, 1 sopravvissuto su 5 è stato registrato come avente una prima diagnosi di ansia, depressione o insonnia. Questo era circa il doppio delle probabilità rispetto ad altri gruppi di pazienti nello stesso periodo, hanno detto i ricercatori.

Lo studio ha anche scoperto che le persone con una malattia mentale preesistente avevano il 65% di probabilità in più di ricevere una diagnosi di COVID-19 rispetto a quelle senza.

Gli specialisti della salute mentale non direttamente coinvolti nello studio hanno affermato che i suoi risultati si aggiungono alla crescente evidenza che COVID-19 può influenzare il cervello e la mente, aumentando il rischio di una serie di malattie psichiatriche.

"Ciò è probabilmente dovuto a una combinazione dei fattori di stress psicologici associati a questa particolare pandemia e agli effetti fisici della malattia", ha detto Michael Bloomfield, psichiatra consulente presso l'University College di Londra.

Simon Wessely, professore di psichiatria al King's College di Londra, ha affermato che la scoperta che anche le persone con disturbi di salute mentale sono a maggior rischio di contrarre COVID-19 ha fatto eco a risultati simili in precedenti epidemie di malattie infettive.

“COVID-19 colpisce il sistema nervoso centrale e quindi potrebbe aumentare direttamente i disturbi successivi. Ma questa ricerca conferma che non è tutta la storia e che questo rischio è aumentato da precedenti problemi di salute", ha detto.

Marjorie Wallace, amministratore delegato dell'ente di beneficenza britannico per la salute mentale SANE, ha detto che lo studio ha fatto eco all'esperienza della sua organizzazione di beneficenza durante la pandemia.

"La nostra linea di assistenza si occupa di un numero crescente di persone che chiamano per la prima volta che vengono innescate in problemi di salute mentale, nonché di coloro che ricadono perché la loro paura e ansia sono diventate intollerabili", ha detto.
Uno su cinque pazienti COVID-19 sviluppa una malattia mentale entro 90 giorni - studio Uno su cinque pazienti COVID-19 sviluppa una malattia mentale entro 90 giorni - studio 06:39 Rating: 5
Loading...
Powered by Blogger.
f