Problemi nelle relazioni greco-serbo sul Kosovo?

Problemi nelle relazioni greco-serbo sul Kosovo?

 "La Grecia ci assicura che non riconoscerà il Kosovo", ha detto mercoledì il presidente serbo Aleksandar Vučić in un'intervista televisiva, avviando i colloqui sul riconoscimento del Kosovo da parte della Grecia.

Le voci non sono nuove, poiché da due mesi circolano informazioni da Pristina che la Grecia è pronta a riconoscere l'indipendenza del Kosovo dalla Serbia.

"Ho ricevuto personalmente diverse telefonate da colleghi di Pristina e Belgrado che mi chiedevano di confermare o smentire queste voci."

Secondo indiscrezioni, la Francia si starebbe preparando attraverso Emmanuel Macron a presentare una proposta per un accordo interinale, dove il Kosovo settentrionale e Metohija otterranno l'autonomia, così come la Chiesa ortodossa serba uno status speciale, riporta Greek City Times

In cambio, il Kosovo sarà riconosciuto dalla Grecia e verranno rilasciati i visti per i cittadini kosovari.

Anche la parte americana sembra muoversi in questa direzione, secondo indiscrezioni.

Commentando le accuse, il presidente serbo ha dichiarato: "Possiamo parlarne nei prossimi giorni".

"Non parlerei in anticipo prima di essere sicuri di cosa c'è sul tavolo", ha sottolineato.

Vučić ha continuato: "Sto aspettando di vedere, dal momento che ci sono stati alcuni cambiamenti nelle relazioni, se si tratta di un ufficio commerciale o c'è un 'punto di interesse' tra Pristina e Atene".

"Vedremo come andrà, quindi informeremo il pubblico", ha detto il presidente.

"Loro (i greci) ci assicurano che non riconosceranno il Kosovo, e queste accuse che abbiamo sentito non sono certamente le migliori notizie per noi", ha aggiunto Vučić.

I crescenti resoconti dei media del Kosovo sul riconoscimento da parte della Grecia sono caratterizzati come tutt'altro che accidentali.

Secondo le informazioni di Pristina, la fonte di questi rumori è l'ex direttore dell'Ufficio diplomatico del primo ministro greco e attuale ambasciatore della Grecia a Washington, Alexandra Papadopoulou, che era a capo di EULEX.

Papadopoulou, avendo acquisito relazioni personali con la leadership di Pristina durante il suo mandato a Pristina, ha a lungo promosso le posizioni del Kosovo presso il ministero degli Esteri greco.

Non è un caso che per la prima volta un Primo Ministro greco nel settembre 2019 si sia incontrato negli uffici della delegazione permanente del Paese presso le Nazioni Unite con l'allora presidente Hashim Thaçi.

Ciò che ha fatto impressione in quel momento è che il primo ministro Kyriakos Mitsotakis ha incontrato Thaçi, un presidente di un paese non riconosciuto, ma non c'è stato alcun incontro con il presidente serbo.

Nel mio commento all'allora portavoce del governo, Stelios Petsas, che ci sarebbe stato un incidente diplomatico con la Serbia se non ci fosse stato un incontro con Vučić, sembrava sorpreso.

Di conseguenza, il giorno successivo siamo stati informati che ci sarebbe stato un incontro con il presidente serbo.

Lasciando gli uffici della delegazione greca all'ONU, Vučić mi ha detto in esclusiva che Mitsotakis non riconoscerà il Kosovo.

Da allora, Papadopoulou, direttore dell'Ufficio diplomatico del Primo Ministro, si è trasferito a Washington, secondo quanto riferito, continuando i contatti con l'amministrazione statunitense in Kosovo.

Per chi conosce il Primo Ministro della Serbia, Ana Brnabić, ha detto in un incontro privato con Mitsotakis che:

"Non lascerò Atene se non avrò la data della tua visita a Belgrado per quando potremo avere la quarta riunione del Consiglio supremo di cooperazione".

Tutto mostra che le nuvole si sono accumulate sul rapporto tra Grecia e Serbia, nonostante gli sforzi di entrambe le parti per nascondere questo fatto.
Problemi nelle relazioni greco-serbo sul Kosovo? Problemi nelle relazioni greco-serbo sul Kosovo? 5/29/2021 02:20:00 PM Rating: 5
Loading...

 


Powered by Blogger.
f